presentiamoci un po'

Pasticci, Colori e Fantasia! Tre pesti in allegria. Semplicemente il mio mondo, me: passioni, pensieri , ricette...
Le mie due favolose pesti e il pestifero!!! (e l'angioletto.. ovvero me che sopportano!)

23 settembre 2011

Torta di mele idea di Greedy


Premetto subito che l'idea non è mia, assolutamente! la lessi taaaanto tempo fa da Gata nel suo quaderno di ricette...  ma mi mancava qualcosa..la voglia... le idee... il vederla fare.....  Così l'ho accantonata.
Recentemente sfogliando una web tv sono incappata in Greedyweb e nella torta ripiena, ovviamente glutinosa.. ma c'è un bellissimo video che ne illustra ogni passaggio, tranne il taglio , bhè non si può avere tutto...  he he he.
Inoltre il nostro Melo quest'anno in super produzione (avrà avuto paura a seguito le minacce di togliero se non fruttava!) e così nonostante poche mele cadute, tre rami piegati a terra dal peso dei frutti.. e tantissime mele grandi quanto la mano adulta di un uomo.. abbiamo fatto un raccolto incredibile. Alcune se ne riposano beatamente al buio ed al fresco, vista la raccolta anticipata, mentre le Stark Delicus un po' più mature le stiamo decimando a più non posso.
Davvero, questa volta le premesse c'erano tutte ... e la voglia di torta anche...una o due torte in queste giornate non possono mancvare, vero?! Quindi.. e colta l'occasione di una grigliata in giardino tra amici di vecchia data, che da anni non vediamo (con prole al seguito) ho infilato in forno questa meraviglia sbirciano la ricetta di Gata dalla quale ho preso spunto.
Non essendo sicura del risultato le torte preparate sono state due, una classica margherita con affogate le mele, stessa che ho proposto giorni prima ad un torneo di Beach Tennis tra Aic e Polizia Municipale locale ed è stata volatilizzata..

Assomiglia molto alle torte americane ripiene, soltanto che la pasta è frolla e non sottilissima come quelle degli States, ma assolutamente favolosa, e devo dire... mia figlia grande, che notoriamente noon mangia dolci o torte (a parte il salame di cioccolato) e il figlio più giovane dei nostri amici, due anni più della mia peste...  hanno fatto il bis..  e che bis, con delle mega fette! Fantastico!
Il più grande invece ha pensato bene di assaggiare e finire con la piccola il pane in cassetta senza glutine, tutto made Glutafin Select.


Torta di Mele Ripiena di Greedy.. ma senza glutine.


pasta frolla:
200 gr farina coop senza glutine
100 gr Glutafin Select
80 gr di zucchero
2 uova
30 gr di burro
6 gr di lievito per dolci Pedon easyglut
Ripieno
tagliare 800 gr di mele a pezzettini (sarebbe 1kg), mescolarle con 2 cucchiai di zucchero, 
un cucchiaino di cannella in polvere e il succo di un limone.
Lasciar riposare il ripieno per un'oretta.
decorazione:
Zucchero a velo Pedon Easyglut

Accendere il forno a 180 °C
Preparare la frolla mescolando gli ingredienti, fare un panetto sodo e tirare l'impasto mettendolo in una tortiera con cerniera , unta e infarinata leggermente.(A parte tenere un terzo dell'impasto, servirà alla fine). Ricoprire fondo e bordi sino sopra. 
Vesare il ripieno di mele e cannella, evitando di mettere tutto il succo che è uscito.. rischia di bagnare troppo il fondo della torta.
Stendere l'impasto rimasto e creare il coperchio della torta, poggiarlo sui pezzi di mela, chiudere e sigillare bene i bordi abbassando quello attorno i bordi dela teglia.
Spennellare la superficie con latte e zucchero e bucare lasuperficie con  forchetta, fare tanti passaggi.
Infornare  a 180 °C per una mezz'oretta.. 40 minuti, sinchè diveta tutta bella dorata.
Sfornare e lasciar riposare qualche minuto, togliere dallo stampo, con calma e delicatezzza. Una volta fredda o tiepida spolverare con zucchero a velo.

A me ha ricordato molto i dolci natalizi del nord Europa, con il profumo di cannella che si spande per casa e per il palato, ma è anche fresca e ricca di pezzettoni di frutta croccanti, adatta a questa stagione pazzerella. Una fetta l'ho provata un giorno dopo (ho dovuto convincermi che non si doveva mangiare sennò addio prova..è stata dura!), scaldata per meno di un minuto nel microonde e mi ha sorpresa: ancora buonissima.
Certo, magari con 1kg di mele, come la ricetta originale prevede, sicuramente non avrebbe avuto un bordo così basso... ma la mia peste grande ha pensato bene di portarsi via dalla ciotola a riposo due tazzone di mele tagliate e profumate quindi....  mi sono trovata con un po' di vuoto.... s'è pure bevuta tutto il succo rimasto!


"Adamo era semplicemente un essere umano e questo spiega tutto. Non voleva la mela per amore della mela. La voleva soltanto perché era proibita. Lo sbaglio fu di non proibirgli il serpente, perché allora avrebbe mangiato il serpente."
(Mark Twain)