Passa ai contenuti principali

Giornata della Memoria


<< Anche un paesaggio tranquillo, un campo con volo d'uccelli, grano e mucchi d'erba, o una strada dove passano macchine,contadini e famiglie; anche un villaggio in festa con i campanili appuntiti, possono condurre improvvisamente a un campo di concentramento>> 


tratto da "Sotto i cieli d'Europa" di F. Sessi 




Ed eccoci, sotto una pioggia battente che non ha dato tregua per ore e ore... con le pesti e senza ripari, abbiamo affrontato questo percorso importante, pesante, necessario.

Inizialmente indecisi se far partecipi entrambe le pesti... dopotutto otto anni sono pochi, a volte, per comprendere.. ma abbiamo pensato che un'esperienza che non avrebbe compreso appieno subito, ma sarebbe rimasto nei ricordi.. lasciando decidere alle pesti cosa fotografare, anche per comprendere cosa avrebbe colpito loro di più...
km e km, con ore in piedi, un po' sotto la pioggia, per lasciare spazio al sole in campo aperto a Birkenau senza una lamentela, un gridolino. Di colpo trasformate, come tanti, appena varcato il cancello....  


Non sono partite però a "mani vuote"... durante l'andata, storie dai campi di concentramento, piccoli racconti per ragazzi, intensi e profondi, che abbiamo compreso meglio solo dopo la visita al memoriale di Auschwitz - Birkenau...  i boschi di betulle, la cariola del bimbo zingaro che veniva svuotata nei laghetti, le sale dell'ospedale del campo di Auschwitz ....  tutto lì...
























E così è.... di colpo la verde campagna costellata di piccoli paesi lascia spazio, dietro ad una curva, ad uno dei luoghi più atroci che i cieli d'Europa hanno riempito di aria, che ha alimentato il soffocante ed impetuoso mutamento del mondo, dietro la torre uno dei cancelli più terribilmente famosi... 
"Arbeit macht frei", campeggia sopra di esso... ma chi entrava ad Auschwitz (originariamente Oświęcim, poi ripreso) sapeva che nulla di quel che sarebbe stato fatto, avrebbe reso loro la libertà! Nessun lavoro, nemmeno il più sporco e cruento...

I blocchi del campo Canadà, dove si raccoglievano e dividevano gli oggetti, le valigie, i pennelli da barba, gli occhiali.... le protesi...
Gli esperimenti sui prigionieri nei blocchi attorno a quello dell'ospedale.. il blocco 10 riservato alle donne.. dove ignominie brutali vennero perpetuate dalle follie naziste, continuate nei blocchi 11 e ancora nei reparti chirurgici del blocco 21.





Poi a soli tre km Birkenau, comunemente Auschwitz II, dentro un bosco di betulle dove spesso si lasciavano attendere i deportati.
Quello che forse colpisce di più.... immenso, non se ne vede il termine, ancora contornato da filo spinato, con le baracche di legno che non lasciano respirare, i settori delimitati per dividere uomini, donne, famiglie, etnie, religioni, culture .... 
Le baracche dove si sperimentò atrocemente su fratelli, gemelli.... ti osservano mentre cerchi di camminare e trovare un perchè a tutto ciò... con lo sguardo non trovi altro che filo spinato e torri di guardia, canali scavati dagli stessi internati, rovine chiuse su se stesse di mattoni rossi, con i camini smontati ma ben riconoscibili anche con occhio distratto, come se il solo schiacciarle o smontare le camere ed i forni possa far sparire tutto ciò... 
La famosa triste entrata della ferrovia, verso la triste rampa dove delle "selezioni", là sempre più vicina ai forni crematori da dove ceneri incessanti uscivano dai camini e tante con cariole, per essere poi gettate nei laghetti all'interno del bosco di betulle da future ceneri... 


Birkenau, nata sulle ceneri della gente.














Che questi luoghi siano davvero un monito per il mondo, affinché questi eccidi non si ripetano in nessun luogo, poiché essi sono stati perpetuati da menti umane, e soltanto le menti umane possono porre fine a queste tragedie, purchè non si dimentichi e non si neghi ciò che è avvenuto...
perchè tutto ciò è accaduto veramente, e questi luoghi, i resti, i racconti, ne sono perpetua testimonianza.


E come concludere se non con una delle frasi che le pesti hanno detto così, a ciel sereno.. mentre si camminava sulla judenrampe?  Forse a ricordare un colloqui avvenuto pochi giorni prima con qualcuno che esprimeva la negazione della Shoah, almeno di alcune parti....?! Come? Semplicemente così:


<< " come fanno a dire che non è mai successo?! 
Ma non vedono tutto questo!? Che strani alcuni adulti! "  >>

Più immagini qui sotto, nei video










Posta un commento

I PIU' LETTI

Plum Cake con sorpresa, miscela Amo Essere senza glutine .... da Eurospin

Eh si, non ho mica scritto male, anche discount come Eurospin, dopo le più famose catene della Gdo (Coop, Conda e DeSpar,..) e altri discount che si fermano a prodotti pronti ( Lidl, In's , ..)  ha lanciato una linea senza glutine che però comprende anche due preparati in farina. Una per pane e pizze ed una per dolci, come la miscela "tantetorte" . Nel pacchetto ci sono anche già segnate diverse ricette da poter fare senza troppe ricerche di materiali.. basta aggiungere i liquidi ed il gioco è fatto.. neppure lo zucchero ho messo: stava già dentro.

Qualche modifica sulla ricetta l'ho fatta.... dopotutto i gusti sono gusti, così l'idea di insaporire con polvere di agrumi canditi e barrette al cioccolato ...( devo trovare il modo di finirle entro Pasqua sennò il congelatore potrebbe esplodere !!)


Veniamo alla composizione della miscela (400 g a pacchetto) per farci un'idea degli ingredienti:
farina di riso, zucchero, agenti lievitanti :difosfati, carbonati d  …

Bomboloni al forno senza glutine

Agosto un po' da dimenticare verso alcune situazioni.. mentre per altre l'estate è stata favolosa.
Sono in arretrato di un sacco di cose..il post con la cena di Andy Luotto, la gita in montagna, gli esperimenti culinari, la peste tra i flutti dei torrenti con la canoa..al campo di gara di Valstagna dove "nascono" e si allenano campioni da oro olimpico...  insomma di carne al fuoco ne ho...  ma un blocco pesante ci ha messo lo zampino lasciandoci per giorni in sospeso..mentre ora si pondera di lasciare controvoglia, un mezzo che ci ha dato gioia e fibrillazione....  vedremo come andrà a finire anche questa.
La festa di scuola di fine anno dove la mettiamo? con tutto il progetto con AIC che ho elaborato per diverso tempo e che ho voluto con tutta me stessa?

Prima o poi con calma cerco di riprendere le redini della situazione virtuale... però gli esperimenti continuano.. la peste piccola s'è svegliata con il desiderio di gustare i "bombolotti".. non capis…

Il Guru delle Piante...e le Caramelle di Zenzero

Non ci siamo proprio, l'estate sta diventando un momento un po' deleterio per me.. non in negativo, anche se sembrerebbe, ma neppure così "Yeah!!" ....
Mi spiego.... nelle primissime ore dei pomeriggi sonnacchiosi e caldi del Lido Estensi, ci troviamo spesso (sempre) con il sottofondo della tv dei miei suoceri, che paiono vivere male se non l'accendono alle otto di mattina...(eh le notizie devono essere fresche!) .. durante il giorno si spegne..c'è la spesa da fare, poi appena a casa tac, accesa... (!!!) e noi lottiamo con le pesti per evitare restino appiccicate allo schermo... Spesso durante i momenti in cui ci si trova tutti in cucina appaiono scene troppo forti, telegiornali che non sprecano immagini violente, oppure televendite di inutili prodotti; l'alternativa trovata sono i cartoni animati, ma poi... secondo voi due pesti che a casa non hanno la televisione in cucina è possibile si mettano a mangiare o scelgono di guardare solo il televisore, mag…

Coccole di stelle, quasi mooncake

Sperimentare, provare, cambiare e ri sperimentare....