Passa ai contenuti principali

Barbatorta di Marco Bianchi ma Senza Glutine






























"Cucinare è un atto d'amore", il nuovo libro di Marco Bianchi, ricercatore scientifico della fondazione Veronesi, autore di splendidi libri di cucina sulla sana alimentazione con alte, anzi altissime strizzate d'occhio al mondo veg.
Magari osservando superficialmente le sue produzioni si può intuire una preparazione di menù vegani, all'inizio temo di averlo pensato anche io, ma così non è, in realtà la cultura del buon cibo e della sana alimentazione si basano molto sulla parte vegetale da portare nel piatto, ma aggiunge anche qualche tocco ittico o caseario. Insomma di varietà ce ne é, anche senza carne.
Al Castello diciamolo pure, la carne la adoriamo, non potremmo vivere senza...la peste grande poi è diventata una vorace estimatrice di questo lato della piramide alimentare, ma non rifiuta neppure piatti enormi di verdure (la peste mini invece vivrebbe di frutta) per cui siamo sempre alla ricerca di preparazioni insolite da accompagnare, spesso rese protagoniste di portate principali, vegetali di ogni tipo.
Sappiamo che fanno bene ma siamo anche curiosi di conoscere in cosa ci fanno bene, perciò la nostra innata voglia di imparare ci ha condotti a leggere i libri di M. Bianchi che la biblioteca del paesello ci propone (le "nostre" due bibliotecarie, Lea e Gloria, tengono aggiornata la sezione culinaria dedicata alla sana alimentazione, per cui è stato facilissimo avvicinarci alle letture di questo autore. Inoltre, cosa non da poco, moltissime ricette sono già pensate per i celiaci! Si è assolutamente il nostro uomo. 

Poi il titolo, per me una filosofia di vita!  È un modo per comunicare agli abitanti del Castello e agli ospiti quanto li apprezzo...nonostante questo spazio personale, questo diario con appunti che continuano inspiegabilmente a chiamare "blog" sono una persona che non si esprime troppo, preferisco i fatti..non mi piace mettermi in mostra, sto nell'ombra se mi è possibile, sperando di non dover uscire neppure a risultati ottenuti. Purtroppo l'insicurezza é dura da battere.... Ed ecco che ne esce una cucina sempre nuova e alla ricerca dei sapori preferiti dalle persone che amo. Chissà se riesco a dimostrarlo, io ci provo e vado avanti.
Ci piace la barbabietola, ci piacciono i dolci e se le pietanze fanno bene siamo stra felici, e questa torta capita a "fagiuolo" viste le necessità di tenere pronti i muscoli della peste  grande vista la mole di movimento che si è prefissata nel suo sport, qualme modo migliore per dimostrarle che sono con lei ... e via di Barbatorta allora, grazie a Marco Bianchi (che per altro ringrazierò venerdì sera visto sarà a Ferrara per presentare il libro in questione).
Abbiamo solo fatto qualche modifica, prima di tutto la farina, al Castello assolutamente senza glutine, ci siamo appoggiati ad una pre miscelata universale semplice. Il latte di mandorla ecco in casa proprio non lo avevo, ma il latte di soia che uso è abbastanza dolce per cui è andata per quello. Barbabietola.. di fresche non sono così pronta, ma in casa ho sempre i sacchetti con le precotte messe sotto vuoto, alla peste grande piacciono un sacco, e pure a me, per lo zucchero come sopra..in casa neppure quello di canna era rimasto, la peste piccola lo considera come un dolcino dopo pranzo, e dopo frutta, e di solito è presente.. stavolta ci adeguiamo al locale semolato.
Abbiamo il resto accendiamo il forno e si parte!

Barbatorta di Marco Bianchi 
in versione Senza Glutine

120 g Barbabietola rossa cotta (ho usato le precotte)
220 g Farina Mix It Schaer (ricetta originale 200 g farina di frumento, ma per noi è out)
70 ml olio di mais
180 ml latte di soia* (ricetta originale bevanda alla mandorla*)
60 zucchero semolato (ricetta originale 80 g zucchero mascobado)
150 g mandorle (io ho usato 150 g di farina di mandorle*)
1 cucchiaino cacao in polvere*
1 bustina lievito per dolci*
100 g cioccolato* fondente al 72%
Si procede come indicato nella ricetta di Marco Bianchi, frullando la barbabietola con metà del latte. In una ciotola mescolo gli ingredienti secchi (usando la farina di mandorle ho saltato il passaggio  indicato sul libro ove si prevede di tritare le mandorle grossolanamente), aggiungo la farina senza glutine (un mix universale), lo zucchero, il cacao ed il lievito.
Unisco piano la barbabietola e l'olio di mais, mentre amalgamo per bene gli ingredienti faccio fondere a bagnomaria il cioccolato fondente con la metà del latte di soia (in originale mandorla) rimasto.
Infine lo aggiungo al composto nella ciotola.
Verso in una tortiera, Marco ne consiglia una con un diametro di 23 cm, e cuocio in forno già caldo a 180 °C per 50 minuti, a me ne sono bastati poco più di 40 per avere un dolce asciutto anche dentro (prova stecchino sempre!)
Si fa freddare e si sforma.



* ricordarsi, per cucinarli senza glutine adatti ai celiaci, controllare che questi alimenti abbiano sulla confezione il claim "senza glutine" o sia in prontuario della AIC (Associazione Italiana Celiachia) o ancora che abbia la spiga sbarrata sulla confezione.



Commenti

I PIU' LETTI

Plum Cake con sorpresa, miscela Amo Essere senza glutine .... da Eurospin

Eh si, non ho mica scritto male, anche discount come Eurospin, dopo le più famose catene della Gdo (Coop, Conda e DeSpar,..) e altri discount che si fermano a prodotti pronti ( Lidl, In's , ..)  ha lanciato una linea senza glutine che però comprende anche due preparati in farina. Una per pane e pizze ed una per dolci, come la miscela "tantetorte" . Nel pacchetto ci sono anche già segnate diverse ricette da poter fare senza troppe ricerche di materiali.. basta aggiungere i liquidi ed il gioco è fatto.. neppure lo zucchero ho messo: stava già dentro.

Qualche modifica sulla ricetta l'ho fatta.... dopotutto i gusti sono gusti, così l'idea di insaporire con polvere di agrumi canditi e barrette al cioccolato ...( devo trovare il modo di finirle entro Pasqua sennò il congelatore potrebbe esplodere !!)


Veniamo alla composizione della miscela (400 g a pacchetto) per farci un'idea degli ingredienti:
farina di riso, zucchero, agenti lievitanti :difosfati, carbonati d  …

Bomboloni al forno senza glutine

Agosto un po' da dimenticare verso alcune situazioni.. mentre per altre l'estate è stata favolosa.
Sono in arretrato di un sacco di cose..il post con la cena di Andy Luotto, la gita in montagna, gli esperimenti culinari, la peste tra i flutti dei torrenti con la canoa..al campo di gara di Valstagna dove "nascono" e si allenano campioni da oro olimpico...  insomma di carne al fuoco ne ho...  ma un blocco pesante ci ha messo lo zampino lasciandoci per giorni in sospeso..mentre ora si pondera di lasciare controvoglia, un mezzo che ci ha dato gioia e fibrillazione....  vedremo come andrà a finire anche questa.
La festa di scuola di fine anno dove la mettiamo? con tutto il progetto con AIC che ho elaborato per diverso tempo e che ho voluto con tutta me stessa?

Prima o poi con calma cerco di riprendere le redini della situazione virtuale... però gli esperimenti continuano.. la peste piccola s'è svegliata con il desiderio di gustare i "bombolotti".. non capis…

Il Guru delle Piante...e le Caramelle di Zenzero

Non ci siamo proprio, l'estate sta diventando un momento un po' deleterio per me.. non in negativo, anche se sembrerebbe, ma neppure così "Yeah!!" ....
Mi spiego.... nelle primissime ore dei pomeriggi sonnacchiosi e caldi del Lido Estensi, ci troviamo spesso (sempre) con il sottofondo della tv dei miei suoceri, che paiono vivere male se non l'accendono alle otto di mattina...(eh le notizie devono essere fresche!) .. durante il giorno si spegne..c'è la spesa da fare, poi appena a casa tac, accesa... (!!!) e noi lottiamo con le pesti per evitare restino appiccicate allo schermo... Spesso durante i momenti in cui ci si trova tutti in cucina appaiono scene troppo forti, telegiornali che non sprecano immagini violente, oppure televendite di inutili prodotti; l'alternativa trovata sono i cartoni animati, ma poi... secondo voi due pesti che a casa non hanno la televisione in cucina è possibile si mettano a mangiare o scelgono di guardare solo il televisore, mag…

Coccole di stelle, quasi mooncake

Sperimentare, provare, cambiare e ri sperimentare....