Passa ai contenuti principali

Zuppa dei Pirati

Ritornare bambini è sempre un piacere, e in alcune giornate è proprio il tempo che ti spinge a farlo, come in questi giorni di folle inizio Marzo dove una bella coltre di neve ha imbiancato anche la città Estense. Scuole chiuse, fortunatamente in alcune zone..si sa mai, basta poco per creare danni alle persone, e bimbi a casa per un Natale improvvisato e tardivo.
Ok manca l'albero, ma non si è notato... l'atmosfera c'era tutta: pupazzi di neve, gioia, tuffi e arrotolamenti sopra il candido manto... e profumi in casa di preparazioni natalizie per la tavola. Non ho saputo resistere!

Non mi sono limitata ai soliti, no, per tornare piccoli e soprattutto per giocare in cucina riportandoci indietro scaldandoci dopo ore nella neve, davanti al camini ho preparato una zuppa giocosa, che richiamasse anche i caldi soli caraibici. In realtà mi sono ispirata ad un vecchio film, non ricordo ne none ne attori, ma l'idea l'ho sempre mantenuta in mente, con le mie voglie di modificare a mio dire. Nasce così la Zuppa dei Pirati. Mancava solo un Jonny Depp e qualche film de Pirati dei Caraibi ed avevamo fatto il pieno.
La zuppa, più una crema, è semplicissima, non serve molto...proprio come sulle navi, inoltre le spezie aiutano a ricreare i viaggi per i vari continenti. Ma iniziamo che per pranzo anche oggi non ci starebbe male visto il fresco.

Zuppa dei Pirati
Per tre persone

Due piccole cipolle
Tre patate gialle
Una batata (patata dolce tendente al rosso)
500 ml Brodo vegetale (anche in dado purché senza glutine)
1 cucchiaino di Miso rapido (non indispensabile) sempre senza glutine
Tre carote
Un gambo di sedano
Noce moscata
Curcuma
Un pizzico di curry
Olio o un cucchiaio di strutto

Pane senza glutine a scelta.
Io ho usato un casereccio home made.
Uno spicchietto di aglio.

Preparazione:
In una casseruola alta mettere olio o strutto, mentre si scalda tagliare le cipolle, il sedano eliminando i fili, e le punte delle carote (in modo da renderle più simili di diametro dall'inizio alla fine.) Mettere tutto a sudare nella casseruola.
Mentre questa va avanti pelare le patate e la batata, farle a tocchetti e metterle in casseruola, facendole insaporire un poco.
Pelare le carote senza punta e tenerle da parte. Una volta insaporite le patate coprire con il brodo e iniziare a portare a cottura. Dopo i primi dieci minuti inserire le carote intere e terminare di cuocere le patate. Sentire con una forchetta o una pinza le carote, devono risultare morbide ma non molli, ed estrarle e metterle in acqua fredda. Se le patate hanno bisogno di qualche minuto in più lasciarle ancora dentro, allungando se serve, con altro brodo o acqua calda.
Una volta cotto tutto con il frullatore ad immersione far diventare fini le patate, insaporire poi con Miso (se si ha), noce moscata, poca, curcuma e curry.
Cuocere qualche altro minuto per far sciogliere bene le spezie.
Tagliare le carote a rondelle e metterle nella crema ottenuta.
Servire calda con una spolverata, se piace, di curry e qualche fetta di pane senza glutine, abbrustolito e grattato con un poco di aglio.

L'ideale sarebbe usare cucchiai e ciotole in legno per servirla, tanto da dare l'idea del più rustico possibile, per immergersi nell'atmosfera dei pirati..anche perché le carote a rondelle sarebbero il tesoro nascosto da trovare sotto la calda sabbia di patate.
Si potrebbero aggiungere anche pepite di batata, con la stessa tecnica delle carote, lasciando però forme più strane e irregolari.
Se non si ha il frullatore ad immersione si può optare per tagliare a cubetti piccoli le patate ed il sedano e fare a fettine sottilissime le cipolle per poi schiacciare un poco con una forchetta il tutto: piccoli si ammorbidiscono molto prima, inoltre se piace tutto può essere un tesoro lasciando pezzetti piccoli interi.

Buon appetito!

Commenti

I PIU' LETTI

Plum Cake con sorpresa, miscela Amo Essere senza glutine .... da Eurospin

Eh si, non ho mica scritto male, anche discount come Eurospin, dopo le più famose catene della Gdo (Coop, Conda e DeSpar,..) e altri discount che si fermano a prodotti pronti ( Lidl, In's , ..)  ha lanciato una linea senza glutine che però comprende anche due preparati in farina. Una per pane e pizze ed una per dolci, come la miscela "tantetorte" . Nel pacchetto ci sono anche già segnate diverse ricette da poter fare senza troppe ricerche di materiali.. basta aggiungere i liquidi ed il gioco è fatto.. neppure lo zucchero ho messo: stava già dentro.

Qualche modifica sulla ricetta l'ho fatta.... dopotutto i gusti sono gusti, così l'idea di insaporire con polvere di agrumi canditi e barrette al cioccolato ...( devo trovare il modo di finirle entro Pasqua sennò il congelatore potrebbe esplodere !!)


Veniamo alla composizione della miscela (400 g a pacchetto) per farci un'idea degli ingredienti:
farina di riso, zucchero, agenti lievitanti :difosfati, carbonati d  …

Bomboloni al forno senza glutine

Agosto un po' da dimenticare verso alcune situazioni.. mentre per altre l'estate è stata favolosa.
Sono in arretrato di un sacco di cose..il post con la cena di Andy Luotto, la gita in montagna, gli esperimenti culinari, la peste tra i flutti dei torrenti con la canoa..al campo di gara di Valstagna dove "nascono" e si allenano campioni da oro olimpico...  insomma di carne al fuoco ne ho...  ma un blocco pesante ci ha messo lo zampino lasciandoci per giorni in sospeso..mentre ora si pondera di lasciare controvoglia, un mezzo che ci ha dato gioia e fibrillazione....  vedremo come andrà a finire anche questa.
La festa di scuola di fine anno dove la mettiamo? con tutto il progetto con AIC che ho elaborato per diverso tempo e che ho voluto con tutta me stessa?

Prima o poi con calma cerco di riprendere le redini della situazione virtuale... però gli esperimenti continuano.. la peste piccola s'è svegliata con il desiderio di gustare i "bombolotti".. non capis…

Il Guru delle Piante...e le Caramelle di Zenzero

Non ci siamo proprio, l'estate sta diventando un momento un po' deleterio per me.. non in negativo, anche se sembrerebbe, ma neppure così "Yeah!!" ....
Mi spiego.... nelle primissime ore dei pomeriggi sonnacchiosi e caldi del Lido Estensi, ci troviamo spesso (sempre) con il sottofondo della tv dei miei suoceri, che paiono vivere male se non l'accendono alle otto di mattina...(eh le notizie devono essere fresche!) .. durante il giorno si spegne..c'è la spesa da fare, poi appena a casa tac, accesa... (!!!) e noi lottiamo con le pesti per evitare restino appiccicate allo schermo... Spesso durante i momenti in cui ci si trova tutti in cucina appaiono scene troppo forti, telegiornali che non sprecano immagini violente, oppure televendite di inutili prodotti; l'alternativa trovata sono i cartoni animati, ma poi... secondo voi due pesti che a casa non hanno la televisione in cucina è possibile si mettano a mangiare o scelgono di guardare solo il televisore, mag…

Coccole di stelle, quasi mooncake

Sperimentare, provare, cambiare e ri sperimentare....