presentiamoci un po'

Pasticci, Colori e Fantasia! Tre pesti in allegria. Semplicemente il mio mondo, me: passioni, pensieri , ricette...
Le mie due favolose pesti e il pestifero!!! (e l'angioletto.. ovvero me che sopportano!)

4 novembre 2011

sapori esotici

Esperimenti esperimenti esperimenti....  ogni tanto questa parola mi risuona in capoccia come l'unica.. e visto che è l'unica a cui posso pensare (non immaginate come mi strilla nelle orecchie!!).. unisco l'utile al dilettevole.

Tanto per cominciare di colpo s'è rotta la stagione.. fosse solo il freddo.. ma qui a Ferrara è stato il diluvio condito da raffiche di vento incredibilmente forti... un pesco nella via dove vivo non ha resistito e ha dovuto regalare al vento uno dei suoi bellissimi rami...  sicuramente la prossima estate non frutterà molto, peccato.
Ma questo tempaccio fa venir voglia di chiudersi in casa, peccato ci si ancora un giorno di scuola...  che fare? Magari scaldarsi davanti al caminetto .. un po' ci vuole, anche con poca fiamma ma scalda il cuore, una tazza di tè nero profumato e una fetta di torta sfornata da poco, magari ancora tiepidina, che riporta alla mente i profumi dell'estate grazie ad un mix di ingredienti esotici...  Ho detto che sono in fase "esperimenti " vero?!
Bhè neppure per scaldarci scappa quindi....

Torta esotica
elaborata sulla falsa riga del bliz di mele di Felix, dalla quale è partito il via delle ricette...sprint!

Ingredienti:
230 g di farina senza glutine (io ho fatto un mix tra 100 g farina Coop gf e 130 g di farina riso Zangirolami)
130 g zucchero semolato
2 uova
100 g farina di cocco
15 g olio EVO
10 g latte di riso
60 g succo di ananas
quasi una bustina intera di lievito secco schaer (si quello da pane.. dovevo finirlo)
tre pere belle mature tagliate a tocchettoni

a parte
un cucchiaino di zenzero grattuggiato
sei cucchiai di zucchero
due cucchiai di farina di riso
mescolati assieme

Procedimento
Scaldare a 200 °C il forno, imburrare una piccola teglia e passarla con un po' di cocco e farina di riso
mescolare in una ciotola gli ingredienti secchi tranne il lievito, aggiungere poi in sequenza, le uova, l'olio, il succo ..il latte.
Mescolare velocemente, infine buttre dentro le pere e il lievito, girare un po', giuso il tempo che il lievito sciolga e mettere nella teglia.
Il composto deve risultare cremoso ma non liquido.
Lisciare la superficie e con un cucchiaio versare il mix zenzero-farina riso-zucchero sopra tutta la superficie.
Infornare per 35 - 40 minuti a 190 gradi, attendere che si finisca di rapprendere fuori dal forno e sformare delicatamente. Volendo se si usa una pirofila di vetro o ceramica sipuò servire direttamente dentro.

Ha un sapore decisamente insolito, delicato ma anche rinfrescante, con un tocco di limone piccantino dello zenzero che sveglia il palato!
Ve ne offrirei un po' ma davvero si è volatilizzata...  mi è veramente piaciuta...  e soprattutto niente latticini all'interno, e pochi grassi (l'olio è veramente poco!) il chè è incredibile!

In giornata è favolosa.. il giorno successivo tende a essere un po' più pesante nella parte inferiore, ma resta comunque morbida e saporita. Provare per credere.

Una torta pensata per la RacCOCCOlta di Kà del blog La Torta Pendente