Passa ai contenuti principali

Post

Rotolo al Cioccolato con Crema al Mascarpone

Immagine " datata" vero, ma questo dolce sta bene sempre, basta mettere le giuste decorazioni; in particolare nell'immagine uno dei rotoli gemelli che hanno salutato con noi il vecchio anno e accolto il 2023 con profumo e dolcezza.  Farlo è estremamente facile, anzi vi dirò.. sarà più difficile spiegare come farlo, tempo fa si sono cimentate anche le pesti con ottimi risultati, da qualche parte dovrei avere ancora qualche immagine..ma ora prepariamo questo dolce rotolo di pasta biscotto . Rotolo al Cacao con Crema al Mascarpone e profumo di Arance  Ingredienti pasta biscotto: 6 uova intere grandi (dividere albumi e tuorli) 150 g Zucchero semolato 60 g farina per dolci senza glutine (io Nutrifree dolci) 30 g cacao* amaro in polvere  70 ml olio di mais o riso Pizzico sale Ingredienti farcitura: A piacere marmellata di arance (a me piace un bello strato per cui almeno 200 g li metto) 300 g panna vegetale* o a base vegetale*  200 g mascarpone delattosato 50 g zucc
Post recenti

Nuova Mail al Castello

Buon giorno, come tanti anche il  Castello ha subito la mancanza della mail a causa di un down dei sistemi Virgilio e Libero, da qui ho colto l'occasione per dedicarne una nuova destinata al solo blog, che sostituirà quella di Virgilio nella quale ho visto messaggi ma sono attualmente irraggiungibili sinché non ripristinano i servizi. La nuova mail  uncastelloingiardinosg@gmail.com Mi spiace per le risposte in sospeso, non dipende dal Castello ne da me, se avete voglia di riproporre al nuovo indirizzo le comunicazioni e le domande, vi risponderò quanto prima. Grazie e buona continuazione a tutti. Jè

Mochi Home Made

Torniamo dentro i manga, andiamo in Giappone e gustiamoci una tipica produzione che non si può non associare a Capodanno al Paese del Sol Levante: oggi Gyuhi , ovvero Mochi (si pronuncia "moci") soffice. Cosa sono i Mochi? Si parte dal riso glutinoso, no non ha glutine ricordiamocelo.. è solo colloso e sfortunatamente i primi a dargli il nome lo associarono alla colla..glue appunto, e così è rimasto..almeno così narrano le leggende metropolitane delle cucine ma io sono più propensa alla derivazione latina glutinous, che viene cotto e pestato sino a formare un panetto uniforme e appiccicoso, da qui si riempie con ripieni vari, si colora, si gusta in compagnia...e alle volte si ricuoce, dipende dalla ricetta finale; ma oggi il mochi base ripieno di An. L'ideale sarebbe partire dal riso, ma sono pigra.. e soprattutto non ho ancora tutta questa manualità né tantomeno conoscenza per farlo, per cui mi limito a farli con la Shiratamako, una farina di riso glutinoso a

Obento , Si Comincia: Proposta #1

E finalmente parte anche questa avventura, o meglio inizierò a mettere nero su bianco qualche idea per pranzi veloci ma ricchi, non i soliti da fare a tavola bensì piccole scatole da portarsi in ufficio, scuola oppure in gita.... Insomma un pranzo freddo a portar via, da noi più utilizzato per i picnic ma si sta facendo strada la necessità di utilizzarlo più spesso e perché non prendere idea  dal paese del Sol Levante dove il cesto del pranzo è insito nella cultura? Ōbento o bento, più gergale... cerca di comporsi di verdura, frutta, carboidrati e proteine equilibrando il più possibile la preparazione completa che può essere inserita nelle classiche scatole ermetiche dalle varie fogge, io le adoro ...a usando ne trovo una che mi attira non posso non inserirla nella mia collezione.... Inizio ad averne un po' troppe, ma come rinunciarci? Viene in mio aiuto l'usura che inizia a farsi sentire su alcune che devo tristemente mettere da parte perché lesionate. Durante ques

Dimostrazione Dolci Natalizi con chef Borghi

Senza glutine non è senza gusto, Sabato 17 Dicembre chef Luca Borghi  farà sentire "sul campo" che è la verità.  Sarà infatti lui a condurre i partecipanti in una dimostrazione di cucina con dolci di Natale e assaggio finale; chef Borghi é conosciuto anche come professore presso la scuola Alberghiera di Ferrara O. Vergani, sarà coadiuvato dai ragazzi dell' associazione APS più felici , un pomeriggio realizzato grazie alla volontà della farmacia Santa Rita di Codigoro, punto di riferimento per i celiaci locali e non, in collaborazione con tante realtà locali presso la Sala Riode Finessi (Municipio Codigoro) . Saranno inoltre presenti i volontà AiC e Daria Celtini , giovane atleta celiaca in forza al Canoa Club Ferrara e campionessa regionale di Canadese velocità e bronzo italiano, che insieme a chef Borghi dimostreranno che essere celiaci e seguire questo regime alimentare, non comporta limiti neppure nello sport. Appuntamento  Sabato 17 Dicembre  alle ore

Burger Saporiti con Coste di Cavolo Romanesco e Patate

Avete presente quando trovate quel bellissimo cavolfiore romanesco verde, elegante, che porta ad ammirare ogni sua spirale e pensare alla magnificenza e potenza della matematica? Io si, anche se di matematica ne mastico veramente poco, ma i numeri affascinano, se poi sono tradotti in ambiti vari della giornata diventano, wow! Si si non ho perso una puntata del serial tv Numb3rs , peccato sia terminato. Ma basta divagare. Il cavolo romanesco è la varietà che preferiamo, dolce e meno forte come odore in cottura, insomma non appesta casa come il bianco (porello!) ed altri, e ha la particolarità di poter essere gustato tutto, fusto e fogliame compreso, ma non sempre lo si usa fino la fine, sarà perchè noi quando lo troviamo, lo cerchiamo grande..e a volte restano le parti esterne cotte ma con poca voglia di essere gustate così semplici, come invece la parte del fiore. Spesso la soluzione è trasformare quelle parti in altro, con un po' di aggiunte si possono creare semplici e deliziosi

Nuove Strade

Ogni tanto serve un momento che esuli da ricette e prove, per guardarsi attorno.. ed ecco che esce questo post, che in realtà è stato alquanto dibattuto nella mia testa per decidere se metterlo nero su bianco o meno... pubblicare o non  pubblicare, un dilemma non indifferente perchè se da un lato è giusto, da altro potrebbe essere un po' "puntadito" o insolente verso altri, ma poi mi sono detta..(e me lo ricordano spesso pure gli altri)... dopotutto questo è il mio spazio, ed è corretto siano i miei pensieri ad esserci, piacevoli o meno a chi li legge. Ed eccolo qui, sarà un post polemico di sicuro, riflessivo pure, stanco anche, deluso tanto, ma si cambia, si cresce e si iniziano a percorrere anche strade nuove....  e pensieri nuovi.... sono stati anni complicati per tutti, durante pause e gironzolate sul web, scambiando chiacchiere virtuali e non mi è capitato di confrontarmi con "new" entry nel mondo senza glutine, sia diagnosticati che operatori

Kabochakin

Autunno, castagne prime pioggie, nebbie, funghi e zucca.  Mi piace poter mettere la stagione nel piatto anche con i colori e se posso lavorando il meno possibile gli ingredienti ma catturando l'essenza in pieno io parto a mille, è così che ho conosciuto questo dolce ma non troppo, profumanti e "poco" lavorato, come nella tradizione delle tavole del Sol Levante. La sua semplicità, anche nella lavorazione, è quasi disarmante, ma rende veramente giustizia ad un vegetale troppo lasciato in disparte: la zucca. Ok per noi è stra di casa, a Ferrara si vive di prodotti di zucca (chi dimentica i cappellacci ferraresi? Una goduria unica..magari con il ragù giusto, come questo ), recentemente è pur nata la tenerina di zucca (che si ha una base di lavorazione simile alla tenerina , che ha cioccolato, ma qui solo e solo zucca, da non perdere). Ma vogliamo altro? Mangiata in purezza, al forno, semplicemente tagliata a metà e cotta con ancora la sua buccia, magari all'uscita due cu

Ciùpeta ad Frára magra - Coppia Ferrarese Parte Seconda

Ritornano le ciope senza glutine. Dopo anni silenzio, anche un po' forzato dalla sparizione sul mercato italiano della farina Glutafin Select, base fondamentale per la mia ricetta (sostituita in più post da Revolution per pane ma mai entrata nelle mie  grazie in questa particolare preparazione) è finalmente nero su bianco ...e farina con acqua (ok, me la rido solo io) . Ma c'è di più, mi hanno chiesto di alleggerire .. insomma di eliminare lo strutto (sigh!) e farle magre (Fede avrai lo strutto sulla coscienza 😂) ma che non lo facciamo? E mentre ci siamo..dai togliamo i mix con lattosio o tracce..  si si, prima o poi solo farine basilari mono ingrediente senza glutine. Per ora un altro bel passo. Ed eccole qui  Coppie Ferraresi magre senza glutine, senza latte, senza strutto  Ingredienti : 150 g Revolution pane 70 g Max Free pane 100 g Nutri Free pane e focacce 210 g circa acqua minerale 8 g lievito 8 g sale 30 g olio extravergine di Oliva  1 cucchiaino di Miele Procedimento  

Corso Cucina a Ferrara

Per chi fosse interessato segnalo un buon corso di cucina a Ferrara promosso da Happy senza glutine , in V. Aeroporto, con Marco Scaglione  Per tutte le info: 3476989430 Giacomo info@happysenzaglutine.it 

Pinzone Ferrarese

No non mi sono persa, nonostante le poche pubblicazioni, la cucina al Castello continua a lavorare e sperimentare.... e poco a pubblicare (sigh), spesso presa da mille progetti. Ma eccoci qui torniamo ad occuparci un po' delle ricette della tradizione della città Estense.  Il Pinzone Ferrarese, un prodotto da forno importante, gustato ancora come accompagnamento al pasto, aperitivo o come merenda .. in qualsiasi orario. La versione senza glutine che finalmente è uscita come volevo, é anche senza lattosio e senza strutto (si eresia!!)... O meglio un buon olio extravergine d'oliva al posto dello strutto, ma ciccioli nell'impasto, come vuole la tradizione. Pinzone Ferrarese   con i Ciccioli Versione senza glutine e " leggera " Ingredienti : 270 g farina pane e pizza Revolution food 200 g acqua 30 g olio extravergine di oliva  60/80 g fette sottili di lardo o pancetta pepato oppure prosciutto con grasso 6/8 g lievito 8 g sale Pepe nero macinato

Salatini al Formaggio e Pepe Nero

Ci sono quelle giornate che si ha una idea di preparare un piatto, gli ingredienti in casa ci sono tutti, e si inizia. E finisce pure che completi tutto, e viene da urlo..poi ..hei ma mi è rimasto un poco di impasto ! E che ci faccio ora? Detto fatto (e non è una citazione). Ti inventi una seconda preparazione che non è un ricciclo degli ingredienti rimasti, è proprio un pezzo in più da aggiungere alla lista di ricette, anche se la base è la stessa di altre, come la pasta brisée. Non so voi, a me capita spesso di farne di più di quel che mi serve e non capisco come mai; magari all'ultimo cambio la teglia per cui la dimensione mi lascia usare meno impasto..o la faccio inavvertitamente più sottile, fatto stá che se resta mi invento qualcosa. Questa volta ho voluto strizzare un poco l'occhio alle vecchie "pizzette catari" ma più che nel sapore, nella forma e nel colore.  Per questo mi sono inventata l'eddammer grattugiato a julienne e la forma tonda del t

Taiyaki e Buon Anno della Tigre d'Acqua.

Buon Anno della Tigre! Ebbene sì, parte proprio oggi, secondo il calendario cinese, l'anno della Tigre che si congiunge all'elemento acqua dopo ben 60 anni. Entriamo così nell'Anno della Tigre d'Acqua. Tradizionalmente si festeggia per quindici giorni, accompagnando da sfilate e musiche per le strade, oltre a fuochi d'artificio e dolci. Tra questi dolci della luna e pesci ripieni di marmellata di fagioli rossi c Simbolo portafortuna... Se fossimo in Giappone li chiameremo Taiyaki, e sono buonissimi.  Ma senza glutine..introvabili pronti, questo ci ferma? Assolutamente no, strizzando l'occhio a chef Hiroiko Shoda, dove ho "imparato" la tecnica per crearli, ricordando i sacchetti pieni che stavano nelle mani di Maya e Ayumi (da Glass no kame), non posso non mettermi all'opera e provare sinché non li sento miei. Ed è così che è partita una seria sperimentazione con diverse farine e ricette..   Taiyaki   senza glutine (Me ne ven

Polpettone di Tonno al Vapore

Classico, veloce, da preparare con anticipo, scenografico e comodo... Ma soprattutto, semplice da realizzare . Per noi complice una "scatoletta" di quasi 2kg ferma in dispensa e la voglia di provare un piatto che forse un po' tutte le mamme anni '60-'70 hanno proposto sulle tavole. Il tocco extra, la leggerezza della cottura, non bollito o al forno, ma al vapore, per alleggerire. Con le quantità indicate nella ricetta io ho ottenuto due cilindri di circa 16/18 cm, mi servivano così perché dovevano stare nella pentola con vaporiera, ma può essere fatto anche più grosso di diametro e fare un unico cilindro in modo da tagliare poi una fetta spessa per ogni commensale. Polpettone di Tonno al vapore 500 g tonno in scatola (io lo preferisco all'olio di girasole per usarlo nelle preparazioni in cucina) Scocciolato. 4 uova piccole 5/6 cucchiai di pan grattato senza glutine (Nutrifree per noi) 80 g di formaggio grattugiato 12 capperi 1 limone no