presentiamoci un po'

Pasticci, Colori e Fantasia! Tre pesti in allegria. Semplicemente il mio mondo, me: passioni, pensieri , ricette...
Le mie due favolose pesti e il pestifero!!! (e l'angioletto.. ovvero me che sopportano!)

9 novembre 2011

semplicità

A volte, nella fretta di provare, sperimentare, innovare.. forse ci si dimentica che esiste una cucina buona, sana e veloce. Non ha bisogno i moderni mezzi di cottura come il microonde ma resta pure veloce. Unisce molteplici latitudini del mondo, eppure è così nostrana. Rende morbido il finito, ma mantiene i colori brillanti.. ed è anche scenografica se si usano cestini di cottura particolari.

Personalmente ogni tanto riesumo il cetello per la cottura dei ravioli cinesi, non il solito cerchietto di accaio, ma quello originale in bambù a due piani. Mi piace sentire il profumo che attraversa le fibre del legno.
E aggiungendo qualche piccolo particolare si può creare in poco tempo una mini cena cinese salutare e divertente.

Verdure al vapore
due peperoni (gialli e rossi) tagliati a striscioline ( la testa e il fondo possno restare a cubi o come viene)
mezza radice di daikon tagliata a rondelle non spesse
una zucchina tagliata a bastoncini
una zucchina a cubetti di 2 cm
una bella patata grossa tagliata a strisce lunghe spesse poco più di mezzo cm
foglie di bieta (costa) a piacere
un porro tagliato a striscie o cerchi


Infilare le verdure nei ripiani del cestello e coprire. poggiare il cestello sopra una pentola con acqua calda (la pentola deve abbracciare il cestello, non deve essere più grande nè più piccola..il cesto impedirà l'uscita del vapore)
Far bollire l'acqua e cuocere per 10-15 minuti.


Servire con un condimento fresco: emulsionare dell'olio Extra Vergine di Oliva con un poco di limone, sale.. e pepe. Volendo si può fare una versione forte eliminando il sale ed aggiungendo un po' di senape


Ma per completare una cena rapida sullo stile orientale, perchè non aggiungere una ciotola (a commensale) di riso bollito, il basmati va benissimo.. pronto in 10 minuti, come le nostre verdure.. e osando di più.. un secondo rapido.
                              Pollo al limone e mandorle


petto di pollo a fette
porro
limone
sale
pepe
mandorle pelate
farina di riso (io uso la zangirolami)
olio evo (o burro)
un po' di acqua del riso bollito


Tagliare tre quattro bistecche di petto di pollo a pezzettoni, pasare nella farina di riso leggermente salata ed aromatizzata con sale agli agrumi (se si ha). Nel frattempo imbiondire un porro in un fondo di burro o olio evo, far scivolare il pollo infarinato assieme a mezzo limone strizzato e far assorbire bene saltando la padella.
Aggiungere le mandorle e qualche cucchiaiata di acqua di cottura del riso bollito (la si preleva mentre il riso è in cottura), sinchè non si è cotto il pollo.. pochi minuti. Aggiungere qualche fetta di limone, spegnere e impiattare.

Pronta una velocissima cena.. da servire tutta assieme, preparando le bacchette vicino ad ogni piatto con ciotola. Le pesti si divertono un sacco.. e si tolgono la voglia del ristorante ...  mangiando più leggero e colorato..  già perchè ultimamente le uscite al ristorante cinese mi hanno delusa tantissimo: colori uniformi, stesso sapore delle pietanze. Per fortuna la piccola non lo ha mai provato sennò..sai che delusione!