presentiamoci un po'

Pasticci, Colori e Fantasia! Tre pesti in allegria. Semplicemente il mio mondo, me: passioni, pensieri , ricette...
Le mie due favolose pesti e il pestifero!!! (e l'angioletto.. ovvero me che sopportano!)

22 aprile 2012

Coccole di stelle, quasi mooncake


Sperimentare, provare, cambiare e ri sperimentare....



Spesso mi domando perchè ho cominciato questo blog. Come sempre mi rispondo : "perchè amo scrivere e raccontare, perchè amo cucinare e se posso attraverso immagini e pensieri dare qualche piccola idea per destreggiarsi al meglio in cucina per quelle poche cose che posso aiutare a comprendere meglio, ben venga.". Queste pagine le ho cominciate dopo anni di prove e capocciate contro i pani senza glutine troppo duri.. inimmaginabile il male :P ma non mi sono arresa. E ancora non mi arrendo, anche se spesso mi pare di cadere fuori dalla strada...  già.. tutto questo provare e riprovare miscele di farine naturali, produzioni in casa, tentativi di soluzioni ottimali mi paiono spesso inutili al pari di altri tentativi.
Il mio obiettivo in cucina: cucinare, non mettere assieme x o y a casaccio, o peggio ancora usare solo Alpha e basta per ogni qualcosa..  no, la linearità, il vuoto di miscele con additivi, grassi, olii non ben decifrabili... quelle le cerco sempre di tenere lontanissime dalla cucina, evitando di caricare i nostri organismi, non per ultimo quello delle mie piccole pesti, in particolare la "celi" di casa che già deve sopportare tra scuola e varie, alimenti pre confezionati ...  mai notato la lista di ingredienti di un biscotto? Del dolcetto da colazione? E quella del pane?! Orribile davvero!! E le farine..sono solo farine eppure tra questo quello e quell'altro brrr  inizio davvero a vedere nero!
No io non ci stò! Certo esiste di usare farine pre miscelate, ma non in modo così pressante e continuativo. Spesso preferisco anche io utilizzarle per preparare pane invece di prendere quello pronto e imbustato..almeno l'olio lo scelgo io, ma purtroppo qualche volta devo cedere, non per volontà nostra..ma per esigenze di uscite: non ovunque si possono portare produzioni casalinghe, peccato. Ci rifacciamo poi a casa con pane fresco, di farine naturali, pasta all'uovo, lasagne, noddels, maccheroni, tortelli, tutti con farine naturalmente prive di glutine, biscottini insoliti ma sani e via così..  e tanto fresco: verdure e frutti che il nostro orticello e giardino ci danno. (Anche il fruttivendolo e la GdO ne hanno!)
Sano è meglio, se ne accorgono anche amici e conoscenti (glutinosi e non) che o per caso o per feste del paese si trovano a mangiare ciò che porto, poi magari ripassano alle preparazioni senza glutine confezionate.. o alle preparazioni glutinose chi può.. ed incredibilmente molti li vedo tendere a ripartire con il naturale, un bel salto.

Il blog è questo, e così a mi avviso devono essere. Io amo blog che parlano di sè, che lanciano piccoli ma importanti salvagenti, soluzioni a volte semplici, a volte no ma soluzioni vere. Sarà anche perchè non credo ancora d'essere abbastanza impegnata e brava a lanciare granelli di sabbia di idee che tendo a non passare il blog ovunque, non fare troppa ..chiamiamola "pubblicità"; a volte mi capita, ma il più no.. resta lì nel mio album di foto di un social network, senza fronzoli, ma con tanta passione.
Mi domandano di far pubblicità alle pagine, per avere più visibilità  contatti, ma sinceramente non mi interessa. Amo scrivere, non cerco contatti o liste di flowers infinite, come non cerco chiunque per avere commenti. Anzi, proprio questi ultimi sono quelli che mi preoccupano di più, non nel senso che ne voglio o meno.. ma preferisco commenti che parlino, un discorso da farsi assieme, un flash su di un ricordo che la ricetta o qualche parola scritta lascian nella mente di chi per caso passa, sarà per questo che non tolgo il "chapta" di controllo, e non metto la moderazione: non voglio eliminare commenti sgraditi o particolari, non è nella mia natura, anche questi fanno parte del blog e di me, ma immagino che farei anche fatica a far passare commenti che dicono solo "wow" oppure "che bella ricetta" e simili...  non è ciò che cerco, preferisco il silenzio, il vuoto e un commento più avanti nel tempo, più "impegnato". Quindi il "chapta" che costringe a scrivere solo se si è veramente interessati farlo...    sono una voce fuori dal coro? Bhè, questa sono io, e questo è il mio Castello, volenti o nolenti sono fatta così, mi spiace a chi non piace :D non mi offendo mica :)

Poche sere fa una pubblicità ha attirato la mia attenzione.. vista una volta e l'idea di avere le pesti che domandavano a gran voce di degustare tale produzione mi frullava nella mente.. sarebbe stata anche una buona idea (il confezionato a volte lo concedo) peccato sia totalmente glutinoso e una versione senza glutine non l'ho vista, ma è talmente nuovo il prodotto del Mulino Bianco che neppure in giro l'ho trovato...a dire il vero la pubblicità l'ho vista una volta soltanto, dopo le 24:00... in pieno film horror.. o mi sono sbagliata e l'ho sognata, oppure era una bella bufala... fatto stà che stamani le pesti li hanno trovati in una bella scatola per colazione. Sono pure veloci da fare, non pensavo.
L'idea è quella del classico tortino al cioccolato con cuore morbido..  un ottimo sistema per usare le uova di pasqua che abbondano, al latte e fondenti.

Coccole di stelle


60 g burro
50 g cioccolato al latte (ex uova di pasqua kinder )
50 g cioccolato fondente (ex uova di pasqua sempre senza glutine
Nel caso del cioccolato si può usare anche solo 100 g di fondente...per il sapore più deciso, ma devo trovare una degna fine alle scorte infinite di pasqua
2 uova
60 g zucchero semolato
50 g farina Altro Gusto, in alternativa mix per impasti lievitati di Felix e Cappera sostituendo la Tapioca con metà fecola e metà maizena
20 g farina di mandorle (mandorle tritate in casa per me)
pezzi di cioccolato fondente per il ripieno




Zucchero a velo, miele, acqua, limone per una pasta di zucchero veloce con cui ricavo delle stelle bianche


A bagno maria o nel microonde sciolgo burro e cioccolato, sia latte che fondente, con due tre step di 30 secondi. Nel frattempo accendo il forno a 200 °C.
Monto a spuma le uova e lo zucchero, poi aggiungo piano piano farina di mandorle e farina senza glutine.
Infine piano piano il composto cioccolato e burro.
Infarino gli stampi da forno , ho utilizzato delle semisfere a conchiglia per ricordare il prodotto glutinoso che è a semisfera, e metto per 3/4 il composto nello stampo.
Infilo qualche pezzo di cioccolato fondente e ricopro con l'ultimo cucchiaio di composto.
Infine inforno a 200°C per 20 minuti.
spengo e lascio qualche minuto a forno chiuso, estraggo e quando sono maneggiabile (ovvero la teglia è un poco più fredda) sformo capovolgendo gli stampi.
Qui decido o spolvero di zucchero a velo, oppure con una colla di acqua e zucchero metto le stelle al centro.

Una sorpresa con un cuore morbido che questa mattina ha superato ogni aspettativa..e quando vedranno la pubblicità in giro bhè..  sicuramente non mi domanderanno insistentemente di averli, anzi ...  li conosceranno prima dei loro compagni . Ogni tanto meglio giocare di anticipo, no?! :D

E finalmente ho trovato la versione glutinosa.. non ricordavo neppure il nome, convinta si chiamassero coccole di stelle, invece Mooncake è il nome giusto ^^, grazie mulino lontano :D. Bhè..un po' ci assomigliano...

Però basta dolci!! Non sembra ma si panifica pure, si passa dal dolce al salato con buoni risultati, si sì!


Una delle tante sorprese di Aprile, un piccolo temporale che la lasciato in cielo sul nostro bel paesello un arcobaleno doppio completo... talmente vicino e talmente grande che ho dovuto dividerlo in più fotografie, questa e sola la fine..o l'inizio? In ogni caso ci sono entrambe ed entrambi! Io e le pesti dopo l'allenamento sotto la pioggia abbiamo attivato una bellissima "caccia" al luogo più bello per gustarcelo tutto, divertimento assicurato davvero!