presentiamoci un po'

Pasticci, Colori e Fantasia! Tre pesti in allegria. Semplicemente il mio mondo, me: passioni, pensieri , ricette...
Le mie due favolose pesti e il pestifero!!! (e l'angioletto.. ovvero me che sopportano!)

23 luglio 2012

Non chiamatelo solo "pane".. è cotto in griglia..mica forno!


Si rientra.....pronti a gustare di nuovo esperimenti e varie? tante novità..partiamo da qui :D


Certo che quando si decide di sperimentare..da me lo si fa sul serio, eccome!
Dopo il ritorno delle pesti dai monti, un giovedì pomeriggio... sono entrate in casa trovandosi un piccolo monte di valigie e scatole pronte e chiuse.. all'inizio non si sono preoccupate molto, stanche come erano..ma poi le domande sono cominciate. La risposta, semplice e veloce il mattino successivo: partenza per il mare! Subitissimo certo, giusto il tempo di dormire, far colazione e caricare l'auto.
Oltre le solite cose..costumi, giochi per la spiaggia, vestiario vario, macchina del pane (eh si, è fissa in vacanza oramai), canoe e pagaie, salvagenti, scatola approvvigionamenti senza glutine … ancora mi manca trovare la tranquillità di un supermercato veramente fornito all'interno del lido, per il primo devo fare qualche chilometri o bicicletta oppure auto..ma così mi viene a mancare l'idea “vacanza”. Inserito poi le solite farine pronte (con la Glutafin Select e la mdp vado sempre a colpo sicuro ad ogni latitudine e temperatura), bilancia per pesare, tappeto in silicone per tirare impasti o far qualche cosa (si sono in vacanza..ma starmene due settimane senza impastare o far qualche cosa mi rende alquanto nervosa e depressa)... A dirla tutta siamo a casa dei miei suoceri, un bungalow con tutto, tranne il forno quindi... bhè quest'anno ho deciso di portarmi appresso il vecchio fornetto elettrico che usavo quando eravamo solo due, depositato in taverna da anni ma ancora funzionante.. perchè no?! Magari da lasciare in pianta stabile (o sino esaurimento) là; e mentre ci siamo... abbiamo fatto quattro..facciamo anche otto... friggitrice elettrica ( usata forse due volte in 20 anni) le piccole, ma pure io, abbiamo da tempo voglia di un buon pesce fritto, ma come trovarlo al mare senza andar ogni volta al ristorante? Magari il ristorante senza glutine del lido (che è una favola) me lo farebbe anche però..insomma...alla fine diventa una bella spesa, e noi siamo quattro, poi i nonni... e avere due tipologie di pesce fritto in tavola (con e senza glutine) potrebbe essere un vero calvario quindi carichiamo pure quella, magari potrebbe essere l'inizio di una passione per il fritto, senza odore, a casa...
Bhè alla fine dove stà tutta sta sperimentazione? Fino ad ora idee e idee, messe in pratica caricando l'auto, ma l'esperimento?!
He he he he.. Venerdì mattina ho rinfrescato la mia creatura, il LM che dalla fine di novembre vive con noi dandomi molte belle soddisfazioni, utilizzando il sistema che ho imparato da Olga e Vale... elimino 100 g di LM dal barattolo ufficiale e aggiungo farine (mais fine e riso finissimo.. da me si vive di Nutrifree) più la solita acqua. Fatto ciò con un bel coperchio di carta da cucina stretto da un elastico ho deposto in frigo, nella parte più fresca, la creatura..nella speranza di ritrovarla viva al ritorno. (Vale mi spiace ma di congelarlo non ne volevo sapere..oltre a non aver capito molto bene come fare, ma in frigorifero ricordo d'aver capito che 10 giorni poteva resistere per bene).
E dei 100 g che ho tolto? Bhè li ho rinfrescati pure loro come sopra, creando così un “figliolo” che ho portato al mare!!! Prima volevo vedere se era possibile mantenerlo vivo spostandolo da due ambienti diversi: l'umidità di Ferrara è superiore all'aria del mare, ma poi.. era il modo giusto di spostare il lm?! O la va o la spacca... le farine con me le ho, nel caso staranno nello scatolone dispensa.. Accompagnando il barattolo (di vetro) con un paio di mini mattonelle da ghiaccio dentro la borsa termica l'ho caricato pure lui in auto … una svuotata di orto (melanzane viola, pomodori di tutti i tipi, zucchine, susine, ultimissime fragole) via via si va. Alle 10 già al lido prontissimi per … per... scaricare l'auto (siamo pure stati velocissimi), il mio mini esperimento? Già pronto per lavorare tanto era pimpante.. dopo tre giorni come non farlo lavorare?
Quale migliore occasione quella del rinfresco? Il frigorifero purtroppo è ancora di quelli piccini, con due singoli ripiani (lo distruggono internamente ogni anno.. la famiglia cresce, ma il frigo continua imperterrito a restare quello) almeno le due mattonelle da ghiaccio ci stanno e una al giorno le alterno nella borsa termica per mantenerlo bene..il caldo non è eccessivo in casa quindi va più che bene, inoltre il profumo che fa è sempre favoloso...
Tra l'altro la griglia accesa per il barbecue “carnoso” e “verduroso” mi ha dato un'idea niente male.. pane fresco appena “sfornato”. Ma sulla griglia!
Impossibile? Eh no! Mica vero. Il risultato è stato qualche cosa di semplice, buono, inaspettatamente spazzolato da tutti quanti. Peccato averne fatto poco a questo punto! Da usare per accompagnare verdure acquose come i pomodori alla griglia (altro esperimento per noi ben riuscito) oppure melanzane, peperoni, zucchine...
Altra magia di questo pane, oltre la griglia, è l'uso unico di farine naturalmente prive di glutine, ovvero riso e mais.. fecola di patate sicuramente alternabile con farina di quinoa, grano saraceno ecc. proverò certamente quanto prima.
Inoltre è velocissimo, non necessita di riposo di lievitazione, ma se si vuol far riposare non accadono danni, ha pochissimo olio e poco sale...e cuoce in pochissimi minuti, sulla griglia, magari mentre si portano a tavola le carni o le verdure...
Ma con ordine, ecco la ricetta.


Pane cotto alla Griglia(non stò scherzando!)

100 g LM
90 g farine naturalmente prive di glutine (ho usato farina di riso finissima e mais fine nutrifree)
10 g fecola di patate
6 g sale
20 g olio EVO

Versione breve: impasto, stendo in tanti dischi sottili (a mano vengono benissimo) infarinando un poco il piano, metto i dischi su una griglia, quando sono dorati da un lato (o gonfi) giro sull'altro per altri pochi minuti. Servo.

Versione divertente: Impasto tutto, aggiungo un poco di acqua se serve, ma utilizzando il LM c'è l'umidità giusta a formare un impasto tipo “pasta da pane” lavorabile con le mani, anzi, forse visto il caldo della giornata sin troppo appiccicoso, da aggiustare con un poco di farina di riso (sempre finissima).
Faccio dei panetti tondi e li appiattisco il più possibile..tutto a mano viene benissimo, infarinando il piano con pochissima farina di riso finissima.
Poggio i dischi su un piatto divisi con carta da forno e copro con un canovaccio mentre sulla griglia cuociono le varie pietanze.
Quando ho terminato tutto..o cambio la griglia e ne metto una “senza sapori”..ovvero pulita e non utilizzata nella cottura poco prima oppure utilizzo la stessa, tenendo una fiamma viva, metto sulla griglia i dischi di pane e attendo pochi minuti, giusto il tempo si gonfino, giro e dopo poco pure l'altro lato si dora un poco raccogliendo dalla griglia i profumi..ma anche no ;)


Noi li abbiamo usati come pane da “bruschetta”, strofinandovi sopra poco aglio, appoggiandoci ottimi pomodori grigliati e qualche verdura. Perchè no ..anche una salsiccia … insomma buono e veloce davvero.
Devo dire che li ha mangiati pure la peste grande, che non ama le produzioni con il LM fatte in padella o comunque con un lievito che non ha riposato troppo, invece non sono riuscita a tenerne da parte nessuna da assaggiare dopo ore, per provarne e testarne la durata.. un vero peccato... ora dovrò assolutamente riprovare a farle :)