presentiamoci un po'

Pasticci, Colori e Fantasia! Tre pesti in allegria. Semplicemente il mio mondo, me: passioni, pensieri , ricette...
Le mie due favolose pesti e il pestifero!!! (e l'angioletto.. ovvero me che sopportano!)

19 aprile 2013

Carote Vichy



Un'idea presa dall'ultima cena presso la scuola alberghiera di Ferrara, dopo una cena gluten free.
I ragazzi si sono espressi anche quest'anno in preparazioni esclusivamente senza glutine.. tra le verdure queste carote veramente buone e veloci.
A dire il vero io penso siano veloci..perchè non le hanno per nulla spiegate.. ma assaggiandole ho potuto immaginarne la preparazione..e spero di non aver commesso errori.
Potrei dire che sono molto "a modo mio" .

Carote Vichy

Ingredienti:

Carote fresche belle grandi tagliate a stecche di circa mezzo cm. 
Per rendere la preparazione più "bella" si possono usare baby carotine intere
Panna vegetale o di soia (senza glutine, con il claim sulle confezioni o seguendo il prontuario AIC)
Prezzemolo fresco sminuzzato (o secco)
sale, pepe
Non ho messo le quantità, dipende da quanto ci piacciono condite.. per noi di solito faccio almeno 200 gr di carote da pulire con tre cucchiai di panna

Come ho proceduto io

Pulito le carote, spuntate e pelate, tagliate a stecchini e buttate in acqua bollente salata sinchè sono diventate morbide ma non si disfacevano. Al dente devono ancora essere sode.
Le ho scolate e messe in una padella dove ho sciolto un poco di panna con un po' di sale e pepe, ho saltato le carote aggiungendo il prezzemolo.
La panna acquisterà un bel colore ambrato. 
Se vogliamo dare un tocco di speziato in più si possono aggiungere alla panna una spolverata di curcuma oppure dello zafferano. In questo caso il risultato sarà di un giallo intenso.
Volendo..ma proprio volendo... la panna ammorbidita con fiocchetti di margarina o burro..


Buone tiepide non bollenti ma anche fresche.
Delicate e versatili..a noi piacciono un sacco, le pesti si litigano il piatto di solito ..per questo ho iniziato a fare le ciotole porzionate... sennò qui è guerra perenne!