Passa ai contenuti principali

Salatini al Formaggio e Pepe Nero

Ci sono quelle giornate che si ha una idea di preparare un piatto, gli ingredienti in casa ci sono tutti, e si inizia. E finisce pure che completi tutto, e viene da urlo..poi ..hei ma mi è rimasto un poco di impasto ! E che ci faccio ora? Detto fatto (e non è una citazione). Ti inventi una seconda preparazione che non è un ricciclo degli ingredienti rimasti, è proprio un pezzo in più da aggiungere alla lista di ricette, anche se la base è la stessa di altre, come la pasta brisée. Non so voi, a me capita spesso di farne di più di quel che mi serve e non capisco come mai; magari all'ultimo cambio la teglia per cui la dimensione mi lascia usare meno impasto..o la faccio inavvertitamente più sottile, fatto stá che se resta mi invento qualcosa. Questa volta ho voluto strizzare un poco l'occhio alle vecchie "pizzette catari" ma più che nel sapore, nella forma e nel colore. 
Per questo mi sono inventata l'eddammer grattugiato a julienne e la forma tonda del tagliapasta.
Ma bando alle ciance sennò poi le pesti si lamentano che non trovano la ricetta.. il Castello inizia ad essere un po' troppo loro, ma va bene così (anche se mi lamento un po' ne sono felice visto nasce anche per loro).

Salatini al formaggio e pepe nero

Ingredienti per la pasta brisée 
(base di Felix  UnCuorediFarinaSenzaGlutine)
110 g burro morbido tagliato a cubeti
40-50 g acqua ghiacciata 
200 g farina senza glutine* ( Dovevo finire  pacchetti di Revolution food + farmo + nutrifree)
Un pizzico di sale ..3 grammi circa
Inoltre:
Eddammer grattugiato
Pepe nero 
Olio evo

Preparazione:
Impastare gli ingredienti (farina, acqua quanto basta, e burro) far riposare in frigo una mezz'ora.
Stendere la brisée con uno spessore di mezzo centimetro. Magari aiutati da poca farina.
Con il coppapasta (o un taglia biscotti) creare le forme e adagiarle su una teglia ricoperta carta da forno, non troppo distanti. Sopra mettere una generosa manciata di eddammer grattugiato e una macinata di pepe,  infine qualche goccia di olio evo.
Infornare a 200 °C (forno già caldo) per 10/15 minuti.
Lasciar raffreddare prima di toglierli dalla carta.

Prima della ricetta sopra ho parlato di "avanzi" di impasto di troppo una preparazione, magari lasciata in frigo un paio di giorni mentre si aspetta l'ispirazione (ecco in questo caso meglio lasciar ambientare a temperatura di casa almeno una mezz'ora l'impasto rimasto), ma nulla toglie di poter impastare appositamente per questi salatini . Anzi, a volte sono questi la base di partenza per passare poi ad altro.. capita no?! Sempre meglio abbondare per fare uno e poi trovarsi a fare due e tre senza ripartire daccapo con la base. 
Troppo banale e semplice come ricetta, vero? Mi sembrava carino lasciare un'idea smart per fare una signora figura senza impazzire, inoltre lascia aperte molte strade per sapori unici e personalizzati..ed allora, via di salatini!!

Commenti

I PIU' LETTI

Plum Cake con sorpresa, miscela Amo Essere senza glutine .... da Eurospin

Eh si, non ho mica scritto male, anche discount come Eurospin, dopo le più famose catene della Gdo (Coop, Conda e DeSpar,..) e altri discount che si fermano a prodotti pronti ( Lidl, In's , ..)  ha lanciato una linea senza glutine che però comprende anche due preparati in farina. Una per pane e pizze ed una per dolci, come la miscela "tantetorte" . Nel pacchetto ci sono anche già segnate diverse ricette da poter fare senza troppe ricerche di materiali.. basta aggiungere i liquidi ed il gioco è fatto.. neppure lo zucchero ho messo: stava già dentro. Qualche modifica sulla ricetta l'ho fatta.... dopotutto i gusti sono gusti, così l'idea di insaporire con polvere di agrumi canditi e barrette al cioccolato ...( devo trovare il modo di finirle entro Pasqua sennò il congelatore potrebbe esplodere !!) Veniamo alla composizione della miscela (400 g a pacchetto) per farci un'idea degli ingredienti: farina di riso, zucchero, agenti lievitanti :difo

Bomboloni al forno senza glutine

Agosto un po' da dimenticare verso alcune situazioni.. mentre per altre l'estate è stata favolosa. Sono in arretrato di un sacco di cose..il post con la cena di Andy Luotto, la gita in montagna, gli esperimenti culinari, la peste tra i flutti dei torrenti con la canoa..al campo di gara di Valstagna dove "nascono" e si allenano campioni da oro olimpico...  insomma di carne al fuoco ne ho...  ma un blocco pesante ci ha messo lo zampino lasciandoci per giorni in sospeso..mentre ora si pondera di lasciare controvoglia, un mezzo che ci ha dato gioia e fibrillazione....  vedremo come andrà a finire anche questa. La festa di scuola di fine anno dove la mettiamo? con tutto il progetto con AIC che ho elaborato per diverso tempo e che ho voluto con tutta me stessa? Prima o poi con calma cerco di riprendere le redini della situazione virtuale... però gli esperimenti continuano.. la peste piccola s'è svegliata con il desiderio di gustare i "bombolotti".. non

Ragù Ferrarese

Si è vero, c'è il sole.. la polena fa pensare alla montagna, al freddo..alla neve magari. Certo a guardare fuori dalla finestra ora non sembra serva, almeno qui... ma appena si mette il nasino fuori, magari con il gocciolino..si salvi chi può, un certo freddo che giaccia sino le ossa! Se poi si rientra da una passeggiata esplorativa lungo le rive del Po... allora non resta che coccolarsi per bene con una semplice ricetta di casa, magari accompagnata da una senza troppa fatica.. che ne dite di una buona polenta morbida con una montagna di ragù fumante sopra? Io e le pesti diciamo di si, eccome..e in quattro e quattr'otto la cena è servita, complice il fatto che quando preparo il ragù nostrano come mi insegnava mia nonna, ne faccio dei camion anche da mettere in congelatore per le emergenze... ma finisce sempre troppo presto..sarà colpa dell'accompagnamento ideale per la pasta all'uovo? O  per i cappellacci di zucca..per la polenta? Oppure perchè ci piace così tanto c

Il Guru delle Piante...e le Caramelle di Zenzero

Non ci siamo proprio, l'estate sta diventando un momento un po' deleterio per me.. non in negativo, anche se sembrerebbe, ma neppure così "Yeah!!" .... Mi spiego.... nelle primissime ore dei pomeriggi sonnacchiosi e caldi del Lido Estensi, ci troviamo spesso (sempre) con il sottofondo della tv dei miei suoceri, che paiono vivere male se non l'accendono alle otto di mattina...(eh le notizie devono essere fresche!) .. durante il giorno si spegne..c'è la spesa da fare, poi appena a casa tac, accesa... (!!!) e noi lottiamo con le pesti per evitare restino appiccicate allo schermo... Spesso durante i momenti in cui ci si trova tutti in cucina appaiono scene troppo forti, telegiornali che non sprecano immagini violente, oppure televendite di inutili prodotti; l'alternativa trovata sono i cartoni animati, ma poi... secondo voi due pesti che a casa non hanno la televisione in cucina è possibile si mettano a mangiare o scelgono di guardare solo il televisor